Top News

REPUTAZIONE DIGITALE:  L’ERA DEI SOCIAL MEDIA E I BIG DATA

REPUTAZIONE DIGITALE: L’ERA DEI SOCIAL MEDIA E I BIG DATA

L'adozione dei social media ha subito un'accelerazione significativa. Secondo alcuni dati, gli utenti delle piattaforme social sono cresciuti del 13% nell’ultimo anno, con quasi mezzo miliardo di nuovi utenti. Nel mondo ci sono 4,2 miliardi di persone connesse tramite i social. (Statista, 2021)

La continua crescita del numero di utenti su queste piattaforme ha fatto sì che con essi aumentassero anche i dati generati da ogni individuo.  La raccolta di questi dati diventa fondamentale per la reputazione digitale dell’azienda che si posiziona attraverso la comunicazione online.  

La reputazione digitale è un’informazione rilevante sia internamente che esternamente. Internamente perché l’azienda può raccogliere indicazioni strategiche per analizzare i punti di forza e di debolezza, che sono in grado di prioritizzare eventuali scelte operative. Esternamente perché la reputazione digitale aiuta a rafforzare l’analisi dell’azienda basata sulle percezioni in termini di comunicazione e reputazione, che sono in grado di impattare fortemente sulla performance.

Gli algoritmi nei social media

I social media devono aiutarsi con l’uso dell’intelligenza artificiale per dare un senso compiuto al mare di dati non strutturati generati da miliardi di utenti su queste piattaforme. L’ intelligenza artificiale (AI), applicata ai SM, è in grado di decifrare analizzare dati voluminosi per identificare argomenti di tendenza, così da comprendere le tendenze di riferimento rispetto a quel preciso momento.

Gli algoritmi di AI possono monitorare milioni di commenti (destrutturati) degli utenti, aiutare a comprendere situazioni o tendenze di “crisi” o attenzione per uno specifico argomento, e consentire un’esperienza personalizzata. L’analisi predittiva svolge un ruolo fondamentale in quanto è in grado di estrarre informazioni su tutti gli utenti censiti in un determinato social network, aggregarli e trarre delle conclusioni utili.

Social Media Mining

La raccolta sistematica dei Big Data provenienti dai social media serve ad estrarre informazioni sui comportamenti degli utenti e sulle reazioni dei consumatori. Questo processo, che prende il nome di Social Media Mining (SMM) aiuta le aziende nel:

  • Prendere decisioni mirate
  • Condurre studi sociali
  • Gestire la presenza aziendale sul web
  • Soddisfare curiosità e altre applicazioni

L’ attività di SMM permette di fare un’analisi della rete come un enorme focus group non sollecitato e quindi di comprendere a fondo il consumatore con un monitoraggio continuativo della reputazione del brand. È di fondamentale importanza avere un tool di ascolto capace di identificare per tempo i focolai di crisi e seguirne l’evoluzione.

In questo modo è possibile capire:

  • Come le persone interagiscono e parlano di certi argomenti
  • Segmentare i consumatori per come interagiscono in rete
  • Individuare le criticità del customer journey

Il data mining è fondamentale per la misurazione delle proprie performance e dei competitor in quanto quest’ ultima può rappresentare un’informazione rilevante per ricavarne un vantaggio in termini di business.